Per i nostri ospiti e non solo oggi vogliamo proporvi un itinerario unico e suggestivo per vivere Matera in due giorni: Pasqua e Pasquetta.

“Natale con i tuoi Pasqua con chi vuoi” questo detto è della tradizione popolare ma rappresenta esattamente quello che avviene nelle giornate di Pasqua e Pasquetta. E infatti il Telegiornale ha annunciato un gran movimento turistico per queste due giornate che sono iniziate con un sole caldo e aspettato. Ma cosa fare a Matera questi due giorni? Beh, già la città merita del tempo e quindi vi proponiamo di seguire un bel itinerario non frequentato. Noi conosciamo i Sassi di Matera come le nostre tasche e quindi difficilmente ci perdiamo nelle nostre stradine. Ma voi dovete perdervi…dovete assaporare la bellezza di vicinati sconosciuti. Dovete guardare quello che il turista non guarda. Poi, certo, visitare i luoghi culto della Capitale Europea della Cultura è importante.

Se avete già visto Palazzo Lanfranchi, il Museo Ridola, la Cattedrale e i bei panorami dalla parte alta della città, allora iniziate la discesa nei Sassi, dal Sasso Barisano e perdetevi. Costeggiate la murgia e guardate il panorama unico di una città solcata dai mari in un tempo remoto e sconosciuto. È costeggiando la gravina che dal Sasso Barisano si arriva al Sasso Caveoso dove potete trovare Il Ristorante Le Dodici Lune. Noi vi aspettiamo per pranzo? Entrate, il nostro Chef e io vi aspettiamo.

Il Sasso Caveoso, guarda a sud, verso Montescaglioso, nel medioevo conosciuta come Caveous, è disposto come la cavea di un teatro, con le case-grotte che scendono a gradoni. All’interno dei due Sassi vi sono veri e propri quartieri, rioni e contrade dai nomi pittoreschi: scopriteli. Nel Sasso Barisano sono conservati, secondo me, due dei più bei patrimoni della città: la Chiesa di San Pietro e la Chiesa di Santa Maria Di Idris, la rocca che sovrasta la nostra città. Non avete idea di cosa sia? Semplice: guardate le foto di tutti i turisti, c’è sicuramente lei come protagonista! 🙂

E Pasquetta? Diciamo che c’è un bellissimo panorama al di la della gravina e vale davvero la pena investire. Ci sono posti nascosti che se avete una buona attrezzatura sportiva potrete visitare e assaporare. E ci sono chiese nascoste che nessuno ha mai visto e nessuno ha mai potuto vivere come coloro che vivono questa città senza tempo. Matera. Io vi aspetto anche a pranzo, ma soprattutto ogni giorno di questo incredibile 2018 che ci sta accompagnando all’anno della nomina come Capitale Europea della Cultura!